SUD SALENTO

Promozioni,Sconti,Giacenze
Promozioni
Sconti
Giacenze

SCRIVICI



Tuo Nome

Tua Email

Messaggio max500


CASCATA MONUMENTALE

...A LEUCA

Le nostre città, i nostri paesini, i luoghi in cui viviamo, hanno ancora molti residui del ventennio fascista guidato da Mussolini. Parliamo naturalmente di aspetti architettonici. Anche nella famosa Santa Maria di Leuca, lembo estremo della Puglia e in particolare del Salento, ci sono ancora oggi opere risalenti al periodo fascista. È il caso della cascata monumentale, un’opera imponente, terminata nel 1939, che vanta una lunghezza di oltre 250 metri e un dislivello di 120 metri circa, con una portata di 1.000 litri al secondo che termina direttamente nel mare. La cascata rappresenta il termine ultimo di un’opera ancora più sontuosa, quella cioè dell’Acquedotto Pugliese, la più grande infrastruttura di approvvigionamento idrico-potabile a livello europeo, costruita nel corso dei primi decenni del XX secolo e costituita da una serie di ‘tronchi’ che si diramano dai canali principali permettendo così l’approvvigionamento idrico ad oltre 300 comuni per lo più pugliesi, ma anche campani. Proprio uno di questi tronchi, il Grande Sifone Leccese, costituisce la parte finale dell’Acquedotto e, arrivando fino a Santa Maria di Leuca, va ad alimentare la cascata monumentale, che quindi in realtà rappresenta lo sbocco finale del percorso seguito dall’acqua. Come detto, l’opera è stata ultimata durante il governo di Mussolini, il quale, per celebrare l’evento, fece portare direttamente da Roma la Colonna Romana Monolitica, situata ora alla fine della scalinata che affianca la cascata.

Ind. Via Crucis, 3
73040 , LEUCA , LE
googlemap DOVE SIAMO, LOCATION
 
Promozioni,Sconti,Giacenze

LA PROMOZIONE DURA UNA SETTIMANA E SARA' RIPORTATA IN HOME PAGE. ( AL MOMENTO NESSUNA PROMOZIONE ATTIVA. ) Inserisci la tua promozione. Richiedi la tua password . Per provare usa la password 123456789 da mettere prima del testo seguita da uno spazio .

Data att. 25/03/2017 ; Data scad. 25/03/2018

IL SUD SALENTO CHE LAVORA E CHE VUOLE LAVORARE

leafATTIVITA', DITTE, AZIENDE SUDSALENTINE, PARTITE IVA, IN CERCA DI VISIBILITA' SEMPRE PIU' CAPILLARE SI RIVOLGONO A NOI. UNISCITI ANCHE TU PER CRESCERE INSIEME NEL SALENTO.

Il Mezzogiorno non è assistito ma partecipa a un sistema economico che mantiene alto il potere d’acquisto delle regioni settentrionali . Paolo Savona, economista e presidente della Banca di Roma evidenziò come occorra concentrare l’attenzione verso i settori economici che aumentano il potere d’acquisto sui territori, che devono sviluppare la capacità di esportare verso l’esterno. In particolare, Savona ha invitato a ridurre la dipendenza alimentare, in quanto consumare prodotti del territorio è vantaggioso per il Sud dell'Italia. Basta con il mito del Sud assistito e che non lavora, questa idea populista nasce nei salotti di una certa borghesia o classe politica insieme all'idea di sfruttare il Sud e impoverirlo e poi dargli anche la colpa.