leuca Salento

SUD SALENTO

SCRIVICI

SudSalentoAssistenza

Tuo Nome

Tua Email

Messaggio max500

 

HOME-CERCO LAVORO

 

GIOVANI E MENO GIOVANI INGINOCCHIATI DALLA CRISI ECONOMICA DEL NOSTRO PAESE CERCANO LAVORO E UNA MAGGIORE VISIBILITA', QUESTO IL NOSTRO CONTRIBUTO, INSERISCI LA TUA DISPONIBILITA AD UN PRIMO CONTATTO CON LE AZIENDE PER LAVORARE, INSERISCI I TUOI DATI NEL RISPETTO DELLA LEGGE SULLA PRIVACY.TELEFONA AL 371 1786796 E CHIEDI INFO.
CERCA PER CATEGORIE

 

RISULTATO

CATEGORIA NOME
IDRAULICO DANIELE
DATA DI NASCITA : 15/12/1993
TELEFONO :
WWW.infoleuca.it
CATEGORIA NOME
ELETTRICISTA MARIO
DATA DI NASCITA : 15/12/1991
TELEFONO :
WWW.infoleuca.it
CATEGORIA NOME
ELETTRICISTA MARGHERITO
DATA DI NASCITA : 15/12/1992
TELEFONO :
WWW.infoleuca.it
CATEGORIA NOME
MURATORE ANTONIO
DATA DI NASCITA : 15/12/1990
TELEFONO :
WWW.infoleuca.it
CATEGORIA NOME
TUTTOFARE GIUSEPPE
DATA DI NASCITA : 15/12/1985
TELEFONO :
WWW.infoleuca.it
CATEGORIA NOME
BARMAN ANNA
DATA DI NASCITA : 15/12/1971
TELEFONO :
WWW.infoleuca.it
CATEGORIA NOME
BANCONISTA FRANCESCA
DATA DI NASCITA : 15/12/1977
TELEFONO :
WWW.infoleuca.it
CATEGORIA NOME
LAVAPIATTI ELENA
DATA DI NASCITA : 15/12/1975
TELEFONO :
WWW.infoleuca.it
CATEGORIA NOME
CUOCO LUIGI
DATA DI NASCITA : 15/12/1986
TELEFONO :
WWW.infoleuca.it
CATEGORIA NOME
CAMERIERE FRANCESCO
DATA DI NASCITA : 15/12/1985
TELEFONO :
WWW.infoleuca.it

totale categoria scelta:11
1 2

AVVERTENZE : Coloro che si sono inseriti hanno Autorizzato e Sottoscritto il consenso per il trattamento dei dati personali contenuti nei curriculum vitae o simili in base art. 13 del D. Lgs. 196/2003. Ogni approfondimento eventuale sarà a cura del datore di lavoro libero di valutare e decidere come meglio crede.

http://sna.gov.it/www.sspa.it/wp-content/uploads/2010/04/cap-7.pdf

Nel nostro Paese la disciplina degli Spi si formata a seguito di una stratificazione delle norme che si sono via via succedute nel corso degli anni. Storicamente il nostro legislatore ha avuto un atteggiamento ostile nei confronti degli intermediari privati,tanto da disciplinare la materia in senso rigidamente monopolistico. Esclusa in maniera radicale la possibilità dei privati di esercitare l’attività di intermediazione tra domanda ed offerta di lavoro, la Legge 264/1949 delineava un controllo totale da parte delle strutture pubbliche su tutta la procedura di avviamento al lavoro: la procedura di assunzione avveniva di regola mediante richiesta del numero di lavoratori da assumere al servizio competente, che avviava i lavoratori iscritti nelle liste, secondo l’anzianità di permanenza. Progressivamente depotenziata tale procedura a seguito della liberalizzazione del passaggio diretto tra aziende diverse, nonché dall’introduzione di numerose eccezioni, il ruolo degli “uffici di collocamento” si è negli anni esaurito nella mera gestione formalistica e burocratica delle liste.

Solo recentemente quindi, ed anche a seguito di una sentenza della Corte di Giustizia delle Comunità Europee (sentenza Job Centre) che ha dichiarato l’incompatibilità del monopolio pubblico rispetto alla normativa comunitaria in materia di concorrenza, il nostro Paese ha riconosciuto come legittima la presenza di operatori privati di collocamento. Oggetto della liberalizzazione sono state in primo luogo le società di fornitura di lavoro temporaneo (o interinale), la cui attività consiste nel porre lavoratori da essa assunti (a tempo indeterminato o di volta in volta a tempo determinato) a disposizione di un’impresa che ne utilizzi la prestazione lavorativa per il soddisfacimento di esigenze di carattere temporaneo (Legge 24 giugno 1997, n. 196, c.d. Legge Treu).

Subito dopo, con il Dlgs 469/97, sono state definite le modalità per l’autorizzazione a svolgere attività di mediazione tra domanda e offerta di lavoro, liberalizzando dunque anche le società di mediazione tra domanda ed offerta di lavoro; tali società, secondo la definizione di legge, svolgono attività di raccolta di curricula, preselezione e costituzione delle relative banche dati; orientamento professionale; ricerca e selezione dei lavoratori; promozione e gestione dell’incontro tra domanda ed offerta di lavoro; gestione di attività dei servizi all’impiego a seguito di convenzioni con le pubbliche istituzioni preposte Estremamente diversa è stata tuttavia la crescita dei due settori. Le società di mediazione hanno avuto uno sviluppo estremamente deludente, probabilmente frenate dagli appesantimenti burocratici, legati alla necessità dell’autorizzazione, all’esclusività dell’oggetto sociale ed all’alto livello di capitalizzazione richiesto, nonché ad altre più specifiche imposizioni. Il settore è conseguentemente rimasto ad uno stadio di sottosviluppo, svolgendo un ruolo estremamente marginale nell’economia del sistema.
Un ruolo di supplenza nei confronti dell’attività di mediazione propriamente detta è stata quindi svolto dalle società di fornitura di lavoro interinale che invece hanno conosciuto uno sviluppo notevole dal 1998 ad oggi, arrivando ad avviare nel 2001 oltre 400.000 missioni ed a occupare circa 70.000 lavoratori equivalenti a tempo pieno.

Inoltre non esistono forme di sussidio e opportunità evidenti per i nostri giovani nel Sud Salento, persino progetti e leggi regionali risultano fallimentari eo di lunghissima attuazione, vedasi RED e altri meccanismi definiti di politica sociale, ma che non si esplicano come dovrebbero. Questi i fallimenti sul piano istituzionale, nei singoli territori tali iniziative non hanno nemmeno dato alcun risultato significativo. Spesso il passaparola, la conoscenza, il sistema di relazioni, il porta a porta da parte di coloro che cercano lavoro sono stati i meccanismi di successo per trovare lavoro stagionale su tutto il litorale salentino. Con la nostra iniziativa vorremmo solo essere da supporto e non in sostiuzione. Il curriculum rimane solo un documento teorico atteso che il titolare di impresa pur richiedendolo direttamente all'interessato in alcuni casi, meglio si accorda e accorge delle capacità del soggetto interessato a lavorare attraverso le necessarie e fondamentali prove sul campo. E' inutile prendersi in giro e credere che montagne di burocrazie aiutano i giovani e i meno giovani nei tempi brevi a trovare lavoro in territori quali il Sud Salento attraverso leggi il cui perfezionamento ancora si rincorre mentre i giovani di ieri oggi sono adulti e spesso emigrano in altri territori. E' ora di darsi una mano a vicenda in un spirito di collaborazione reciproca.

 

tml>l>a>, All Rights Reserved.

tml>body> tml>>body> tml>