leuca Salento

 

HOME-ARTICOLI-ARTICOLO

 

X CATEGORIE

FREELANCE...QUANDO POSSO...FORSE TROPPO CRITICO...MA APPREZZATO...IMPRECISO ? SEMPRE !....MI PIACE SCRIVERE, MA FORSE MEGLIO DIRE PASTICCIARE E SENZA UN CORRETTORE DI BOZZE, ERRORI A NON FINIRE E SGRAMMATURE IMPERDONABILI...PASSARE OLTRE ! IL PENSIERO NEL RAPPORTO CON IL MONDO EVOLVE CON LA CRITICA NON CON L'OMOLOGAZIONE E LE FACILI SUGGESTIONI....

Titolo : QUALE ITALIA CI ASPETTA...QUELLA DI SEMPRE ?

DATA INSERIMENTO : 13/04/2017

Leuca

 



Il lavoro non puo diventare un cavallo di battaglia della politica semmai lo deve diventare un sano e chiaro programma politico per attivare le politiche sociali e del lavoro incardinate su una sana e possibile idea di sviluppo economico.

Altrimenti otterremo quel fenomeno del portaborse attraverso cui molti datisi alla poliica hanno trovato collocazione ai diversi livelli.

Belle parole.

Ma noi Italia con la nostra storia di dipendenza dai grandi potentati della terra che decidono per noi quando ci costringono a spostare le merci con i camion poiché siamo buoni consumatori di petrolio...come possiamo davvero aspettarci una politica per il paese per gli italiani che non sia rivolta solo ai privilegi dei politici...degli statali...delle corporazioni...dei calciatori...agli uomini di spettacolo e della televisione..alle telecomunicazioni e alle grandi industrie statali e parastatali e per ultimo agli immigrati con tutto il rispetto.E il Milan viene venduto ai cinesi per 600 milioni di Euro.Mentre i giovani pur non avendo lavoro, risorse e aspettative sono i primi a sostenere questo calcio del denaro, del capitale...origine e causa delle nuove povertà.

Mentre tutti gli altri , italiani, si strappano vesti e capelli per la disperazione trovandosi gli uni contro gli altri inconsapevolmente. Come si può davvero sperare in una nuova stagione politica con questa decennale storia tutta italiana ad alta concentrazione di criticità e paradossi.

Aumenterà inevitabilmente il dissenso e la tensione tra le persone e coloro che ad una categoria non appartengono cosi defraudati del futuro perché evidentemente non si puo curare il malato senza creare peggiori danni. E allora si spinge sempre più avanti la macchina gigante e mediatica delle illusioni e delle suggestioni che oggi coincide non soltanto con il mondo industriale, ma anche con quello politico che teme persino di andare subito alle elezioni e si prende quel tempo necessario per ricontaminare le possibilità che il nostro paese possa davvero cambiare grillini o non grillini Pd o non Pd. Si aspettano le leggi che diano dignità ai poveri...ai disoccupati...ai pensionati...ai separati massacrati dalle schizzofrenie al femminile e senza piu i loro figli...dove i femminismi diventano peggiori del maschilismo spingendosi oltre la parità e le pari opportunità e convergendo le frustrazioni verso il martirio dell uomo visto strumentalmente svincolato dai suoi limiti,debolezze,solitudini interiori e appartenenze a modelli imposti dall alto....

Il concetto di famiglia storicizzato ove due fragilità si incontrano diventa altra cosa...nuove forme sotto osservazione di cui nulla di definitivo si puo ancora dire o articolare.

Ora ci si mette anche una sorta di tensione internazionale di cui i giornali distillano cautamente le informazioni e poi tutto il risalto che i media danno alla cronaca nera per istillare la cultura della paura e della diffidenza. Tipiche precamere per legittimare e giustificare altre leggi e decreti, e non solo, che probabilmente arriveranno e renderanno la vita ancor piu difficile all italiano che vorrebbe solo lavorare per se e la sua famiglia e poterla difendere nel dominio della proprietà privata...mentre a Leuca intanto qualcuno entra, cambiando le serrature, in un appartamento e appropriandosi cosi di una casa i cui titolari sono stabilmente a Torino, insinua dubbi su entrambi i titoli di proprietà oggi sbandierati...sullo sfondo distese di terreno arido,rovine,disagio hanno preso il posto del lavoro che non c'é e se c'é é privo di dignità,lacunoso di tutele e di prospettive.

Ancora a Leuca qualcuno cade rovinosamente al suolo mentre lavorava ... mentre il paese si veste di omertà oggi lotta tra la vita e la morte, mentre il giorno prima presso la chiesa Cristo Re si celebrava la legalità contro il potere “mafioso”, dimenticando le complicità statali. Un tale mondo di ipocrisia.

Le nuove generazioni svuotate di consapevolezza attraverso una cultura dominante che propina e diffonde ancora una volta i modelli dell'effimero, dell' ultraconsumismo, del facile guadagno e successo, li veste di comportamenti e speranze in auge che stridulano con la realtà e la condizione difficile del paese, disinteressati rimandano il loro impegno e prolungano la loro ricerca ancora protetti, molti di loro, nelle famiglie di origine tra tensioni celate e incomprensioni generazionali.

Questo lavoro. Con esso impossibile risparmiare...sostenere il costo della vita e i suoi condizionamenti...pensate solo alla necessità di non poter fare a meno dei costi di un mezzo di trasporto in un Salento senza mezzi pubblici popolari.Si dovrebbe creare dicono...ma le condizioni non vi sono...in Albania...in Croazia...in Montenegro le hanno create e oggi sono paesi che sviluppano e crescono. Probabilmente non avevano apparati statali cosi pesanti come quello italiano cucito a misura attraverso la politica che oggi reclama di non aver denaro per i poveri...ma aggiungo...non fa a meno di trovarlo per se e il suo pesantissimo apparato...pena la destabilizzazione delle isituzioni che già, per notorie difficoltà, tali non si dovrebbero più chiamare. Trabocca di pessimismo una tal fotografia e non lo si vorrebbe...ne aspettiamo una diversa con tutta la speranza di cui si puo oggi disporre.Forza Italia.

Walter Petese
Replica

 

 
 

 

IL SUD SALENTO CHE LAVORA E CHE VUOLE LAVORARE

leafIl Mezzogiorno non è assistito ma partecipa a un sistema economico che mantiene alto il potere d’acquisto delle regioni settentrionali . Paolo Savona, economista e presidente della Banca di Roma evidenziò come occorra concentrare l’attenzione verso i settori economici che aumentano il potere d’acquisto sui territori, che devono sviluppare la capacità di esportare verso l’esterno. In particolare, Savona ha invitato a ridurre la dipendenza alimentare, in quanto consumare prodotti del territorio è vantaggioso per il Sud dell'Italia. Basta con il mito del Sud assistito e che non lavora, questa idea populista nasce nei salotti di una certa borghesia o classe politica insieme all'idea di sfruttare il Sud e impoverirlo e poi dargli anche la colpa.