leuca Salento

 

HOME-ARTICOLI-ARTICOLO

 

X CATEGORIE

FREELANCE...QUANDO POSSO...FORSE TROPPO CRITICO...MA APPREZZATO...IMPRECISO ? SEMPRE !....MI PIACE SCRIVERE, MA FORSE MEGLIO DIRE PASTICCIARE E SENZA UN CORRETTORE DI BOZZE, ERRORI A NON FINIRE E SGRAMMATURE IMPERDONABILI...PASSARE OLTRE ! IL PENSIERO NEL RAPPORTO CON IL MONDO EVOLVE CON LA CRITICA NON CON L'OMOLOGAZIONE E LE FACILI SUGGESTIONI....

Titolo : ASTRONOMIA A PATU' : SCIENZA O DIVULGAZIONE INGANNEVOLE PER I SOGNI DELLA MEDIA BORGHESIA.

DATA INSERIMENTO : 02/04/2017

Leuca

 



Mercoledì 5 aprile 2017 avremo il piacere e l'onore di ospitare a Patù (Aula Consiliare, ore 18) Giovanni Bignami per una serata dedicata a Marte, tra scienza e fantasia. Giovanni Bignami è il più famoso astrofisico italiano. Ha presieduto l’Agenzia Spaziale Italiana, l’Istituto Nazionale di Astrofisica e – primo italiano – il Comitato per la Ricerca Spaziale (COSPAR). Collabora con importanti quotidiani e riviste nazionali e internazionali, tra cui il Corriere della Sera, la Repubblica, Il Sole 24 Ore, Il Messaggero, La Stampa, l’Espresso, Panorama, Le Scienze, Vanity Fair, Wired, Limes, Nature, Science, International Herald Tribune. Ha al suo attivo oltre 200 pubblicazioni scientifiche e dodici libri, tradotti in sette lingue. Membro dell’Accademia dei Lincei, dell’Accademia delle Scienze di Francia, dell’Accademia Russa delle Scienze, ha ottenuto numerose onorificenze. È ospite fisso di vari programmi televisivi, in Italia e all’estero, tra cui Superquark di Piero Angela. Nel 2015 la International Astronomical Union ha dato il suo nome all’asteroide 6852.Partecipazione consigliatissima. Occasione più unica che rara.

Mario Carparelli



A Giovanni Bignami che è stato candidato non eletto alle Elezioni europee del 2009 (6, 7 giugno 2009) con il Partito Democratico per la circoscrizione elettorale 1 (Lombardia, Piemonte, Valle d'Aosta, Liguria) con lo slogan "Più ricerca in Italia, più futuro in Europa" vorrei porre questa domanda ?

SIAMO CERTI DELLA NOSTRA DURATURA ESISTENZA COME SPECIE ?, ALTRE SI SONO ESTINTE .

In Russia il 15 Febbraio del 2013 un meteorite 15 metri e 10 mila tonnellate si frantumò su una citta causando danni e feriti. Ci dicono che sono costantemente monitorati, mi chiedo ironicamente : come i terremoti in Italia ?

SE ESISTONO “PROBABILISTICAMENTE” DELLE VITE NELLO SPAZIO NON SAREBBE PIU INTELLIGGENTE ASPETTARE “PROBABILISTICAMENTE” DI ESSERE SCOPERTI, NOI DA LORO E RISPARMIARE IL TEMPO E LE RISORSE LIMITATE DEL NOSTRO PIANETA MIGLIORANDO LA VITA DELL'UOMO ? I CONSUMI CHIMICI DI OSSIGENO E CARBURANTE PERCHE’ LE MASSE DEI MISSILI POSSANO RIUSCIRE A STACCARSI DA TERRA SONO INIMMAGINABILI. NON PARLIAMO DI QUELLI TECNOLOGICI CHE COSTANO L'OPPRESSIONE DI ALTRI POPOLI...

NON SAREBBE MEGLIO CONCENTRARSI SUI PROBLEMI DELL’UOMO, SULLE INDUSTRIE INSOSTENIBILI CHE INQUINANO E, NON SOLTANTO IN SALENTO, SOTTERRANO NELLA TERRA VELENI TOSSICI, CHE NESSUNO BONIFICHERA’; FATTI RELAZIONATI E ASSOCIATI ALL’IMPENNATA DELLE NEOPLASIE NELLA PROVINCIA DI LECCE, OPPURE CONCENTRANDOCI MEGLIO SULLA POVERTA’ E LE NUOVE POVERTA’, SULLE MALATTIE, SULLE GUERRE IN CORSO O IMMINENTI TRA IL MONDO CRISTIANO E ISLAMICO, SULL’INVECCHIAMENTO DEL PAESE E SULLA MANCANZA DI LAVORO.

MEGLIO DISTRARSI CON L'ASTRONOMIA DIVULGATIVA CON IMMAGINI SIMULATE 3D, UN NUOVO GENERE DI FUMETTO DOVE SI PUO' DIRE DI TUTTO E IL CONTRARIO DI TUTTO, DOVE SI PUO' ESSERE FANTASIOSI POICHE' NELLO SPAZIO NULLA E' DIMOSTRABILE E ALLA STESSA PORTATA DELLA LEGGE DI GRAVITA' DI NEWTON...E DOVE PER ESSO LA NASA SECRETA FOTO E FILMATI.

INOLTRE E’ PIU PROBABILE ESTINGUERSI PER UN CATACLISMA PROVENIENTE DALLO SPAZIO OPPURE E’ PIU’ PROBABILE ANCOR PRIMA CHE L’UOMO O SOLO ALCUNI UOMINI PIU’ INFORMATI E PRIVILEGIATI SI SIANO SALVATI SU UNA COLONIA SU MARTE ? L’ASTRONOMIA, LA SUA DIVULGAZIONE, IL SUO FASCINO, LE SUE PROMESSE, CONTRIBUIRANNO A RISOLVERE QUESTI PROBLEMI ?, OPPURE LI AMPLIFICHERA’ ?, OPPURE RAPPRESENTERA’ UNA SORTA DI INGANNO O UNA SORTA DI ACCREDITATA CONTINUITA’ DELLA FUNZIONE DEL FUMETTO, OGGI IN CRISI, MA IERI ASPETTO PEDAGOCICO-CULTURALE DI INTRATTENIMENTO E STIMOLAZIONE DELLA IMMAGINAZIONE PER LE MOLTITUDINI ? NON VI PARE CHE QUESTA DIVULGAZIONE SIA PUR INTERESSANTE POSSA OGGI SEMBRARE FUORI LUOGO IN UN MOMENTO DI CRISI ECONOMICA E IN UNA TERRA , IL SUDSALENTO, IN GINOCCHIO E PUR SEMPRE E COSTANTEMENTE DIMENTICATA DALLE POLITICHE SOCIALI E DELLO SVILUPPO.

SE QUESTO DIBATTITO E’ RISERVATO A COLORO CHE NON VEDONO QUELLO CHE C’E’ FUORI E NON COMPRENDONO QUESTE OSSERVAZIONI FORSE E’ PERCHE VIVONO IN UN MONDO CHIUSO E CON NOTEVOLI GARANZIE TERRENE E CIRCOSCRITTI CONSENSI. ...MA ANCHE QUESTE VACILLANO.

MA FUORI ? IN SIRIA, IN MESOPOTANIA ? MILIONI DI PERSONE DEPORTATE E UCCISE PESANO SULL’OCCIDENTE POICHE’ NE E’ RESPONSABILE. LE CONQUISTE ODIERNE DELL’ASTRONOMIA NON SAREBBERO STATE POSSIBILI SE NON SFRUTTANDO LE MATERIE PRIME DI POPOLI AUTOCTONI DEL SUD DEL MONDO, CHE ORA SI RIBELLANO POICHE’ VORREBBERO ESSERE MENO POVERI E NON MORIRE DI FAME, DI STERMINIO, ESODO E DEPORTAZIONE COATTA ? MA ALLORA PERCHE’ ANDARE IN CERCA DI NUOVI MONDI COSI LONTANI QUANDO NON VEDIAMO QUELLI PIU A NOI VICINI DOVE ESISTE GIA’ LA VITA ?

ORA LA DOMANDA CENTRALE SULL’ “UTILITA’ DELLA SCIENZA” POSSIBILE METAFISICA (oltre l’esperienza sensibile) SPROVVISTA DI DIBATTITO EPISTEMOLOGICO,ETICO E FILOSOFICO.

OLTRE AL FASCINO ESISTONO DEI RISCHI PER L’UOMO E’ INDUBBIO.

LA SCIENZA DA TEMPO ADOTTA UN APPROCCIO MULTIDISCIPLINARE SULL’OGGETTO DI STUDIO, NON SAREBBE ORA, PER ONESTA’ INTELLETTUALE, DI FARLO ANCHE QUANDO LA SCIENZA VUOLE ESSERE SOLO DIVULGAZIONE INTRODUCENDO PREMESSE ETICHE PRIMA DI PARLARE DI SCIENZA E DIBATTERE ATTRAVERSO LA PREGIATA FIGURA DELLO STORICO DELLA FILOSOFIA CHE OGGI, CERTAMENTE SCOMODO, SIEDE COSTANTEMENTE AI MARGINI NELLE PLURIME ARGOMENTAZIONI DELLA SCIENZA SIA ESSA ANCHE DI CARATTERE DIVULGATIVO ?

WALTER PETESE
Replica

 

 
 

 

IL SUD SALENTO CHE LAVORA E CHE VUOLE LAVORARE

leafIl Mezzogiorno non è assistito ma partecipa a un sistema economico che mantiene alto il potere d’acquisto delle regioni settentrionali . Paolo Savona, economista e presidente della Banca di Roma evidenziò come occorra concentrare l’attenzione verso i settori economici che aumentano il potere d’acquisto sui territori, che devono sviluppare la capacità di esportare verso l’esterno. In particolare, Savona ha invitato a ridurre la dipendenza alimentare, in quanto consumare prodotti del territorio è vantaggioso per il Sud dell'Italia. Basta con il mito del Sud assistito e che non lavora, questa idea populista nasce nei salotti di una certa borghesia o classe politica insieme all'idea di sfruttare il Sud e impoverirlo e poi dargli anche la colpa.