Close

Questo sito utlizza cookie. Puo' leggere come li usiamo nella nostra Privacy Policy.

leuca Salento

MAGGIO
29/05/2017
Tuo IP: 107.22.26.172
OGGI 109
IERI 122


SUD SALENTO

LEUCA WEBCAM

LEUCA ESCURSIONI




 

Promozioni,Sconti,Giacenze
Promozioni
Sconti
Giacenze


 

SCRIVICI

AZIENDE SUD SALENTO O CAPO DI LEUCA

Tuo Nome

Tua Email

Messaggio max500



AZIENDE SUD SALENTO O CAPO DI LEUCA

LEUCA SOFTWARE

CAPO DI LEUCA EVENTI RELIGIOSI

LEUCA VILLE

LEUCA ARTE

LEUCA PENSIERO

LEUCA SCIENZA

LEUCA ARDUINO

LEUCA BIMBI

LEUCA INFO

LECCE INFO

Statistiche


SOCIALMercatino dell'usato del Capo di Leuca GOOGLE MAPPA DI SOLETO TWITTER ISTAGRAM FACEBOOK
HOME
DONAZIONE
ASSISTENZA INFORMATICA 24H TEL 371 1786796 WZ

MERCATINO : ULTIMO INSERIMENTO

NENA Prezzo in Euro: 30.000

AFFTTI
CATEGORIE NEL SUD SALENTO O CAPO DI LEUCA

Il mistero del Pietro Micca affondato dagli inglesi nel Luglio del 1943 nei pressi di Santa Maria di Leuca, i superstiti soccorsi dai pescatori locali...

SUD SALENTO O CAPO DI LEUCA SUD SALENTO O CAPO DI LEUCA SUD SALENTO O CAPO DI LEUCA
LEUCA CONSORZIO    
SUD SALENTO O CAPO DI LEUCA SUD SALENTO O CAPO DI LEUCA SUD SALENTO O CAPO DI LEUCA
    AGENZIA ASSICURAZIONI
     
 
Sud Salento o Capo di Leuca
Santa Maria di Leuca
Salento Ciolo
Ciolo : Gagliano del Capo nel Sud Salento o Capo di Leuca
     
     

Il Nome di Leuca e la sua storia

S. Maria di Leuca nel corso del tempo ha assunto diversi nomi: Erodoto la chiamava “Promontorio Iapigio” in quanto situata sul Capo Iapigio; Varrone, “Uria”, in relazione alle sue origini; Ovidio tenendo conto del fatto che era il primo porto che si incontrava venendo dalla Grecia gli attribuì il nome di “Sibari”; ed in fine Orazio e Strabone la chiamarono “Leuca” in quanto, secondo la geografia omerica, posta ad Ovest della Grecia e quindi alba o illuminata dal sole.

L’attuale nome, Santa Maria di Leuca, ha origini diverse. Leuca deriva dal greco Leukòs che vuol dire bianco,toponimo molto frequente in Oriente dato che l’isola di S. Maura sullo Ionio una volta veniva chiamata Leucade. Il motivo che può aver spinto i nostri avi a ricorrere a tale aggettivo non è certo. Può aver influito il colore delle abitazioni o l’effetto del sole che illuminava quelle terre di primo mattino,soprattutto per chi venendo da est aveva il sole alle spalle, o ancora la schiuma del mare che sbattendosi continuamente sulle coste lasciava dietro di sé questo biancore.

Per quanto riguarda l’altra parte del nome la sua origine è cristiana. La leggenda infatti vuole che proprio nello stesso luogo in cui si trova oggi il Santuario un tempo sorgesse un tempio dedicato alla dea Minerva, e che tale tempio cadde in frantumi all’apparire di S. Pietro che venendo dall’Oriente e diretto a Roma per predicare la parola di Dio, sbarcò proprio in questo punto della penisola Italica.

A conferma di ciò vi è una lapide all’ingresso del Santuario datata 43 d.C. che conferma il passaggio dal paganesimo al cristianesimo, ed una serie di tradizioni popolari di cui una afferma che venendo da Gagliano del Capo al bivio per Leuca, vicino ad una masseria vi sia un antico pilastro votivo sul quale vi è l’usanza di lasciare un sasso, in ricordo della visita effettuata al Santuario. Ebbene secondo la tradizione proprio in questo punto si riposò S. Pietro prima di riprendere il suo cammino. Un’altra leggenda tramandata nei secoli vuole che nei pressi di Giuliano vi sia un pozzo che tramanda da allora la voce che il Santo si sia fermato per dissetarsi.

Il toponimo Sud Salento (Capo di Leuca) invece ha origini incerte. Secondo una leggenda deriva dal nome del Re Sale, un mitico re dei Messapi. Il nipote del Re Sale poi, il re messapico Malennio - figlio di Dasumno, avrebbe fondato Sybar (primo nome della località costiera Roca, che significa Città del Sole), nonché Lyppiae (l'attuale Lecce) e Rudiae. Esistono altri studi..

La terra del Sud Salento ( Capo di Leuca) comprende tutta la provincia di Lecce.

Il Sud Salento o Capo di Leuca si trova circondato tra due mari, Mar Adriatico a est e Mar Ionio a ovest, che si toccano nel profondo mare del Capo di Santa Maria di Leuca e vanta le coste tra le più belle del Mediterraneo, che si estendono per una lunghezza di ben 250 Km alternando spiagge dalla sabbia finissima e dorata a rocce alte a frastagliate da far perdere il fiato per la loro rude ed arcaica bellezza.

Qui nel Sud Salento o Capo di Leuca tutto è caldo e cordiale come la gente nata in questi luoghi, che accoglie il visitatore coinvolgendolo nell’atmosfera magica dei luoghi e dei riti salentini, facendogli rivivere il rito antico delle sagre di paese, delle feste patronali e raccontando le vecchie storie magiche che fanno ricordare il lontano tempo del tarantismo.

Particolari del Sud Salento o Capo di Leuca sono anche le case bianche e assolate dei piccoli paesi che raccontano, solo con la loro presenza, un mondo dove il tempo sembra essersi fermato, dove tutto è genuino, naturale e pregno del sapere e delle tradizioni ancora presenti e orgogliosamente persistenti in questi luoghi.

Il Sud Salento o Capo di Leuca è una terra in cui le temperature sono molti miti di inverno e molto calde d'estate, e questo è dovuto, oltre alla sua posizione geografica, anche ad un vento caldo e umido che spira per molti giorni dell'anno: lo "scirocco". Comunque il Salento essendo molto pianeggiante è interessato naturalmente anche da altri venti oltre al caldo scirocco come la fredda e secca "tramontana".

[ Torna su ]

 

IL SUD SALENTO CHE LAVORA E CHE VUOLE LAVORARE

leafIl Mezzogiorno non è assistito ma partecipa a un sistema economico che mantiene alto il potere d’acquisto delle regioni settentrionali . Paolo Savona, economista e presidente della Banca di Roma evidenziò come occorra concentrare l’attenzione verso i settori economici che aumentano il potere d’acquisto sui territori, che devono sviluppare la capacità di esportare verso l’esterno. In particolare, Savona ha invitato a ridurre la dipendenza alimentare, in quanto consumare prodotti del territorio è vantaggioso per il Sud dell'Italia. Basta con il mito del Sud assistito e che non lavora, questa idea populista nasce nei salotti di una certa borghesia o classe politica insieme all'idea di sfruttare il Sud e impoverirlo e poi dargli anche la colpa.

CARLIDA LAB INCUBATORE DI IDEE E SOLUZIONI INFORMATICHE

[ Torna su ]